Le News del progetto


COMUNITÀ IN GIOCO IN VAL D’ENZA

Pare sia proprio vero che ad alcuni cuccioli domestici manchi solo “il dono della parola”….

Ci sono tante attinenze tra il mondo animale e quello umano: ognuno ha il proprio linguaggio ma si riescono a trovare dei punti di contatto tra tutti per stare in relazione.

Le immagini dell’incontro “Comunità in gioco” svoltosi il 3 luglio scorso raccontano che si può stare in amicizia con chiunque, basta darsi il tempo di conoscersi un po’ e di avvicinarsi senza preconcetti.

Grazie a Sara e Lucia de “l’Arca in movimento”, partner insieme all’Unione Val d’Enza (e ad altri tra cui “Comunità Impossibile”, del progetto “Concentrica”), i bimbi, i genitori e gli altri adulti presenti hanno potuto familiarizzare coi coniglietti Pallocchio e Ciuffy, col morbido cincillà Skippy, col pappagallino Happy, col ratto Willy e il suo amico gattone Alvin, col colorato serpente Kaa.

Le 2 ore dell’incontro sono volate tra divertimento, curiosità e anche musica e ballo, ma hanno lasciato insegnamenti e tracce importanti:

ci vuole pazienza nell’attesa che l’altro sia pronto ad avvicinarsi e ad essere avvicinato?

La diversità non è una cosa brutta ma una ricchezza che stupisce.

C’è bisogno che qualcuno dia l’esempio anche nel superare le proprie paure, perché l’unione fa la forza e uno arriva dove non arriva l’altro!

La realtà dimostra che la convivenza è possibile, anche tra gatto e topo.

Ritrosia e timidezza non fermano chi vuole stare in contatto con l’Altro.

Chi comincia col piede giusto è già a metà strada per trovare una sintonia e camminare insieme, perché dell’Altro bisogna avere cura e attenzione.

Per fare comunità si inizia da un variegato piccolo gruppo in cui ognuno può essere “paracadute” per l’altro quando è in difficoltà ricordandosi che una carezza può fare tanto!

I PARTNER SI PRESENTANO – COMUNE DI S.ILARIO D’ENZA

L’Unione Val d’Enza ha in capo varie funzioni amministrative, tra cui la funzione dei Servizi Sociali, che sono articolati in ogni Comune attraverso i Servizi Sociali Territoriali.

Il Servizio Sociale Territoriale di Sant’Ilario si occupa, come gli altri 7 Comuni, non solo di fronteggiare le situazioni di difficoltà con i diretti interessati, ma si dedica anche al tema della prevenzione e dell’agio delle persone, inteso come benessere da ricercare individualmente e nella dimensione comunitaria.

Da anni, ormai, l’impegno dei Servizi Sociali Territoriali, nel rispetto degli orientamenti impartiti dall’Unione, è rivolto anche al Welfare di Comunità, attraverso progettazioni di gruppo e aperte all’intera cittadinanza, con l’obiettivo di rinforzare il senso di appartenenza e supportare chi sta attraversando un momento di fragilità, condizione umana che ci rende tutti uguali.